umbu

Vai ai contenuti

Menu principale:

Mobù satiro metropolitano

PUBBLICAZIONI

Mobù libro

Parafrasando ciò che disse Ubu della 'patafisica, Mobù è stato inventato perché se ne sentiva il bisogno.

Mobù propone in modo leggero ed ironico il problema della carnale natura umana con le sue naturali represse esigenze la cui incomprensione è la ragione dei più colossali equivoci dei nostri tempi. Tempi nei quali tramite regole applicate con durezza si vorrebbe "creare" un uomo "sociale" prefabbricato e inattuabile. La regola, vista come un dubbio modo di costringere l'uomo in un letto di Procuste, richiamano la 'patafisica, Jarry ed il precedente libro di Spagnuolo: Umbu 'patafisico Ed Umbu dà il nome a questo sito.

L'intento satirico si fonde con la necessità di simboleggiare la corporeità e da questa alchimia, il fallo emerge come naturale protagonista. Qui si deve citare immancabilmente Rabelais che nella prefazione del suo Gargantua, consiglia il lettore di fare come il cane (il più filosofo degli animali) il quale non si ferma alla durezza dell'osso perché sa che superata la difficoltà delle apparenze, dentro c'è un nutriente e gustoso midollo.

Il libro è illustrato da 169 acquarelli di Tullia Cubani e Roberto Spagnuolo, alcuni dei quali possono essere visti alla galleria di Mobù....

Il libro, con acquarelli riprodotti in bianco e nero, si può trovare al seguente indirizzo


Torna ai contenuti | Torna al menu